Mascherone Grottesco In Marmo Satiro Rinascimento Italia XVI Secolo

2.200,00

Raro mascherone di fontana a grottesca in marmo raffigurante un satiro, Roma o Firenze, epoca XVI secolo.
Caratterizzato da una profondità scultorea incisiva e spettacolare, percepibile nei minimi dettagli, il Satiro ci guarda con le sopracciglia accigliate, la bocca aperta in un sorriso ironico, lo sguardo ipnotico, quasi beffardo; questi personaggi “apotropaici” (dal greco: apotrepo, rimuovere) avevano non solo un valore estetico, ma anche una funzione quasi superstiziosa, erano in grado di respingere qualsiasi spirito maligno per scongiurare avversità e negatività, quindi erano parte di un mondo carico di mistero e magia che aleggiava nei parchi con le sue “grotte”, nei giardini e nelle piazze delle città rinascimentali.
Dopo la scoperta della Domus Aurea a Roma, questi modelli pittorici e manieristi “fantastici” furono in voga fino ai primi decenni del Seicento. Molte erano le maschere usate all’epoca sopra i portali dei palazzi o che adornavano e formavano le bocche di fontane private, ma anche di acquedotti pubblici. Alcuni esempi di queste meraviglie sono presenti in molti luoghi d’Italia, tra cui Genova, Firenze, Roma, Spoleto, ecc., i cui protagonisti furono i disegni di artisti, come, (solo per citarne alcuni), Andrea di Michelangelo Ferrucci, Gian Giacomo Della Porta, Bernardo Buontalenti e realizzati da eccellenti scultori, come, ad esempio, Leonardo Sormani.
Fortuna che questa maschera ha trascorso tutta la sua vita in un ambiente interno, come bocca di fontana in una villa nobiliare, cosa che l’ha miracolosamente conservata.

Misura H cm 16 L max cm 13 P cm 6

1 disponibili

Descrizione

Tutti gli oggetti sono accompagnati da fattura elettronica, certificato di autenticità e, secondo i casi, scheda tecnica o expertise.